LEGAMBIENTE: VIETARE IL GLIFOSATO IN ITALIA DOPO LA SENTENZA USA

Fonte: www.lanuovaecologia.it

Data: 12 agosto 2018

“Ben venga quanto dichiarato dal vicepremier Di Maio di voler combattere l’invasione del glifosato in Italia, ora però si passi davvero e al più presto dalle parole ai fatti. Per questo chiediamo una svolta decisiva da parte del nostro Paese nel vietare in maniera definitiva e totale questo pericoloso erbicida, vista anche la sentenza storica arrivata nelle scorse ore dal tribunale di San Francisco che ha condannato la Monsanto ad un maxi risarcimento ad un malato di cancro”.

È quanto si legge in una nota di Legambiente a ridosso della sentenza storica che ha visto una Corte di San Francisco condannare Monsanto per aver contribuito, con silenzi e mancanza di informazioni, a nascondere gli impatti del suo erbicida di punta – il Roundup – sulla salute delle persone. In particolare, di Dewayne “Lee” Johnson, un giardiniere che ha sviluppato un cancro alla pelle e ha deciso di muovere causa al colosso dell’agrochimica (Leggi di più su Nuova Ecologia).

“L’Italia non perda questa importante occasione per tutelare la salute dei cittadini, dell’ambiente e dell’agricoltura di qualità, dando così l’esempio agli altri Paesi e soprattutto all’Europa che conserva ancora l’idea che il glifosato sia indispensabile per l’agricoltura e soprattutto che non sia pericoloso per la salute, tanto da averne autorizzato l’uso per ben cinque anni”, è quanto dichiara Angelo Gentili, responsabile nazionale agricoltura di Legambiente.