A SCUOLA CON LA DOP: PRESENTATI I RISULTATI DEL PROGETTO DI LEGAMBIENTE CON CONSORZIO TUTELA PECORINO TOSCANO DOP E CONSORZIO OLIO DOP CHIANTI CLASSICO

Presso l’aula magna della Scuola Primaria di viale Einaudi, a Grosseto , questa mattina si è tenuta la conferenza stampa finale del progetto A scuola con la DOP, un progetto di educazione alimentare e valorizzazione della DOP Pecorino Toscano e della DOP Olio Chianti Classico, realizzato da Legambiente, in collaborazione con il Consorzio tutela Pecorino Toscano DOP e Consorzio olio DOP Chianti Classico. Quest’anno, sono stati oltre 500 i bambini e ragazzi delle scuole primarie e secondarie delle province di Grosseto e Siena coinvolti nel progetto. Gli studenti, oltre ad aver svolto attività didattiche finalizzate alla sensibilizzazione sul tema della sana alimentazione attraverso una maggiore consapevolezza alimentare e la conoscenza del marchio DOP attraverso le esperienze del Pecorino Toscano e dell’olio Chianti Classico, hanno anche effettuato numerose visite guidate presso varie realtà locali allo scopo di toccare con mano il grande lavoro che sta dietro il marchio DOP. Proprio queste attività sul campo, infatti, hanno rappresentato un momento formativo/esperienziale in cui gli studenti hanno avuto la possibilità di conoscere da vicino il marchio e di comprenderne l’importanza in termini di legame tra prodotto e territorio.

“Portare tra i banchi di scuola un progetto di educazione alimentare come A scuola con la DOP è per noi motivo di grande orgoglio ha spiegato Angelo Gentili della segreteria nazionale di Legambiente e non solo per gli importanti numeri raggiunti anche quest’anno. Parlare di sana alimentazione e di valorizzazione del legame con il territorio è per la nostra associazione una priorità. Come spesso ripetiamo, è proprio attraverso questi percorsi e soprattutto partendo dalla sensibilizzazione dei più piccoli che si ha la possibilità di guardare davvero al futuro. Insistere sulla qualità dei prodotti del nostro territorio e diffondere la loro conoscenza alle giovani generazioni è necessario e non procrastinabile. Questo ha continuato Gentili è per noi un obiettivo fondamentale non solo per aumentare il legame tra i giovani e il territorio, ma anche per promuovere le eccellenze di cui la Toscana è culla. Proprio le eccellenze agroalimentari e i prodotti a marchio DOP rappresentano un elemento indispensabile per accompagnare gli studenti verso una sempre più marcata sensibilizzazione nei confronti di un’alimentazione davvero sana oltre che una maggiore consapevolezza alimentare. A nome dell’associazione che rappresento, ringrazio i consorzi che hanno preso parte con noi a questo progetto e che quest’anno ci hanno consentito di raggiungere risultati sempre più ambiziosi.

“Il Consorzio tutela Pecorino Toscano DOP – sottolinea il direttore sottolinea il direttore Andrea Righini – è un partner storico di è un partner storico di questo progetto, al quale abbiamo aderito fin dalla prima edizione. Crediamo molto nella formazione e nella diffusione di una cultura della qualità che è fondamentale, anche in campo agroalimentare. Il bagaglio di diffusione di una cultura della qualità che è fondamentale, anche in campo agroalimentare. Il bagaglio di tradizione e di saperi, legato a eccellenze certificate come le nostre, è un patrimonio che dobbiamo tradizione e di saperi, legato a eccellenze certificate come le nostre, è un patrimonio che dobbiamo valorizzare e far conoscere sempre valorizzare e far conoscere sempre di più, proprio a partire dalle scuole”.[nbsp]

“Noi soci del Consorzio Olio DOP Chianti Classico –– ha aggiunto ha aggiunto Clemente Pellegrini, socio del Consorzio DOP i, socio del Consorzio DOP Chianti Classico Chianti Classico — siamo agricoltori, coltiviamo la terra. Ma il nostro lavoro non avrebbe senso se non coltivassimo anche la cultura della qualità da condividere con la società e, soprattutto, con i bambini di oggi, coltivassimo anche la cultura della qualità da condividere con la società e, soprattutto, con i bambini di oggi, ”cittadini del domani.”

Alla conferenza stampa di presentazione dei risultati finali del progetto e degli elaborati realizzati dagli studenti erano presenti per Legambiente, Nunzio d’Apolito responsabile attività didattica e Federica Ferrara coordinatrice del progetto,[nbsp] Andrea Righini, direttore del Consorzio tutela Pecorino Toscano DOP;[nbsp] Clemente Pellegrini, socio del Consorzio DOP Chianti Classico; Maria Grazia Colistra, primo collaboratore dirigente scolastico Istituto comprensivo Grosseto 4.

Durante la mattinata, è stato presentato e consegnato agli studenti anche il DOP Kit Junior, un elaborato attraverso il quale scoprire da vicino il formaggio Pecorino Toscano DOP e l’olio DOP Chianti Classico. In tale . In tale elaborato, è possibile prendere visione dei lavori svolti dai 500 ragazzi e dalle loro insegnanti, in mostra anche durante la giornata di chiusura, le foto degli studenti, la storia dei prodotti e l’identikit del marchio DOP,[nbsp] oltre a numerosi altri contenuti tutti da scoprire.

Il progetto è realizzato con il cofinanziamento FEASR del PSR 2014/2020 della Regione Toscana sottomisura 3.2.3.2.