“Villa Dora” – Azienda olearia e vitivinicola biologica situata nel Parco Nazionale del Vesuvio, in prima linea nel presidio contro la discarica di Terzigno. Vincenzo Ambrosio, il conduttore di Villa Dora, fa della tutela del paesaggio vesuviano uno dei punti di forza della propria attività produttiva. I vini prodotti sono il Lacrima Cristi rosso e bianco, Piè di Rosso, Aglianico, Caprettone e Falanghina autoctono (bianchi). La produzione biologica dell’olio ha ottenuto numerosi riconoscimenti anche internazionali. In azienda si trova anche il frantoio, circondato da 1400 alberi di olivo. Tutte le attività di Villa Dora si svolgono nel pieno rispetto dell’ambiente. www.cantinevilladora.it

Cantina del Vesuvio –  Azienda vitivinicola produttrice di Lacryma Christi del Vesuvio DOC certificato biologico. L’azienda nasce nel 1930 ed oggi distribuisce i suoi prodotti solo direttamente, in modo particolare attraverso il canale dell’enoturismo, organizza ogni giorno visite guidate e degustazioni di vino, volte a promuovere non solo il proprio prodotto, ma l’intero territorio vesuviano.

TERRE E TRADIZIONI Srl è una società fondata nel 2012 con sede amministrativa a Verona ed azienda agricola a Montesano sulla Marcellana (SA) che coltiva, produce e commercializza una gamma completa di prodotti Biologici tipici della tradizione alimentare Mediterranea con i marchi TERRE e TRADIZIONI® e SICILIABIO®. Tutti i prodotti a base di cereali sono realizzati usando solo grani antichi, prevalentemente siciliani, conosciuti sin dall’epoca Greco-Romana e di varietà oggi in via d’estinzione quali timilia, maiorca e rusello, coltivate nelle aspre ed assolate piane della Sicilia centrale da un ristretto gruppo di agricoltori custodi della tradizione locale. Questi grani arcaici, a bassa resa produttiva ma di altissimo profilo qualitativo, sono il frutto di selezioni naturali millenarie e si distinguono dai grani moderni per un gusto ed un aroma unici ma anche e soprattutto per gli eccezionali contenuti nutrizionali. Particolarmente ricchi di fibre, minerali (Ferro, Zinco, Manganese), proteine e antiossidanti (polifenoli), possiedono basso Indice di Glutine (la timilia addirittura inferiore al 15% contro una media del 90% dei normali grani moderni) e basso Indice Glicemico, tali da renderli altamente digeribili e adatti al consumo anche per chi manifesta una ipersensibilità al glutine o la presenza di alti livelli di glucosio nel sangue. I grani antichi sono macinati a pietra lavorati a basse temperature (RAW), per preservarne i componenti naturali che ritroviamo intatti nei nostri prodotti realizzati con materie prime Biologiche della migliore qualità e purezza, ricette Vegane, senza olio di palma o aromi e conservanti artificiali. https://www.terretradizioni.it/

Azienda agricola “Il poggio del picchio” – Il progetto nasce nel 2005 ma viene realizzato nel 2009, il nome è dedicato ad un picchio verde che dimora nel frutteto, purtroppo in via di estinzione e che va tutelato come le piante di frutta dimenticata che vorremmo salvare dall’oblio. Siamo orgogliosi di aver scelto di coltivare alberi di frutta antica d’Irpinia per la salvaguardia della biodiversità e la a tutela dei prodotti tipici del territorio, inoltre, le varietà autoctone sono più resistenti e non necessitano di trattamenti chimici. Con frutta e ortaggi freschi di stagione, che coltiviamo seguendo i ritmi della natura, selezionati e raccolti a mano al giusto grado di maturazione, produciamo più di 100 gusti suddivisi in confetture extra, marmellate e gelatine extra e succhi e polpa di frutta prodotti senza addensanti, coloranti e conservanti. Pur non avendo una certificazione Biologica, coltiviamo i nostri terreni seguendo metodi di agricoltura naturali e totalmente sostenibili, senza uso di fertilizzanti chimici e fitofarmaci.

Fattoria la Rivolta – ha sede in campania a torrecuso (benevento) nel cuore della d.o.c. taburno, il nome “ la rivolta” ricalca l’omonima contrada che fu feudo longobardo e teatro di una sanguinosa “rivolta “ contadina al feudatario. I terreni di proprieta’ della famiglia Cotroneo da circa cento anni sono di natura calcarea-argillosa e tutti collinari. Sono coltivati a vite circa ventinove ettari. Dal 1997 Paolo Cotroneo si dedica a questa azienda di famiglia con grande passione. Parte della cantina si sviluppa all’interno di un’antica costruzione in pietra che risale alla fine del settecento, perfettamente restaurata nel rispetto dell’origine e dei luoghi. La produzione tende all’ottenimento di vini tipici, quindi prodotti solo con vitigni autoctoni, con grandi estratti, grande corpo e sempre alla ricerca di un equilibrio ottimale.